Giugno e Luglio con SambucOc

Eventi, storia, cultura occitana al Centro di Documentazione Valle Stura - 21/06/2024 ore 21.30 proiezione film "La memoria de l'aiga". Nuova mostra " Dandelion: tempo di bourrée "

Data:

24 mag 2024

Immagine principale

Descrizione

Con l’arrivo dell’estate il Centro di Documentazione Valle Stura tornerà ad aprire i battenti per le visite sabato 22, domenica 23, sabato 29 e domenica 30 giugno dalle ore 14 alle 18.
Sarà l’occasione per visitare in anteprima, oltre all’esposizione permanente dedicata alla Baìa di Sambuco, una nuova mostra dal titolo Dandelion: tempo di bourrée, un progetto ideato da Espaci Occitan e La Fabbrica dei Suoni e nato dalle 1000 tavole grafiche dipinte ad acquerello nel 2017 dall’artista Elisa Talentino, illustratrice di fama internazionale di Torino, dopo un viaggio tra il dipartimento delle Hautes-Alpes e la provincia di Cuneo, ispirata dalle antiche danze della cultura occitana. Nasce così l’animazione Dandelion, in cui le tavole vengono montate per dare vita a due ballerini che, come in un rituale di corteggiamento, si avvicinano, si allontanano e si sfiorano sulle note di una bourrée a due tempi, scritta appositamente dalla violoncellista Julia Kent e ispirata alla musica tradizionale occitana. Unico elemento che compare tra i due corpi danzanti è un fiore semplice e comune che fa la propria apparizione nei prati a primavera: il Tarassaco o Dente di leone (in inglese dandelion): la tradizione popolare vuole che spargendo nell'aria i semi di questa pianta, contenuti in un soffione, si possa realizzare un desiderio d'amore. Un’animazione suggestiva e poetica, prodotta da Airelles e vincitrice di molti premi tra cui la Gold Medal 3x3 Mag al Professional Show di New York, che ha colpito Espaci Occitan e La Fabbrica dei Suoni, i quali, con il sostegno della Fondazione CRC, della Regione Piemonte e dello spazio culturale Mutty di Castiglione delle Stiviere, alcuni anni orsono hanno creato un percorso articolato nel mondo della musica occitana tra gli strumenti e le danze caratteristici, i fiori e gli animali che hanno ispirato la disegnatrice, e non ultimo nel mondo culturale e linguistico occitano, che di tutti questi temi è sfondo e filo conduttore. La visita dell’allestimento, con testi di Rosella Pellerino e scenografie di Sara Ambrosoli e Paolo Cavallo, diviene così una vera e propria esperienza dei vari sensi, che coniuga elementi di linguistica, botanica, mitologia, antropologia. La mostra Dandelion: tempo di bourrée sarà visitabile per tutta l’estate 2024.

Allegati

A cura di

Area Amministrativa

Via Umberto I, 46, Sambuco, Cuneo, Piemonte, Italia

Email: info@comune.sambuco.cn.it

Pagina aggiornata il 07/06/2024